SPP: il governo perde entusiasmo all‘idea di prenderne il controllo

Se pochi mesi fa il governo aveva annunciato un piano per prendere il pieno controllo della società madre di SPP, la maggiore utility del gas slovacca, ora la situazione sembrerebbe cambiata per le non indifferenti perdite della società che ammontano a decine di milioni di euro, ha scritto venerdì il quotidiano Hospodarske Noviny, sottolineando che in ogni caso lo Stato dovrà comunque sovvenzionare l‘azienda per coprire le perdite anche se non ne acquisirà la totale proprietà. I numeri in rosso sono dovuti in particolare alle vendite di gas naturale per uso domestico, settore che aveva registrato perdite per quasi 50 milioni nel 2011. Lo Stato slovacco detiene una partecipazione di maggioranza (51%) in SPP, mentre la minoranza è recentemente stata acquistata dalla società ceca Energeticky a Prumyslovy Holding (EPH) in seguito alla cessione da parte del consorzio franco-tedesco composto da GDF Suez ed E.ON Ruhrgas.

Considerando che il consumo di gas in Slovacchia è calato del 4% nel 2012, e l‘apertura del mercato a nuovi operatori privati, anche il Paese vede, come il resto dell‘Europa, un costante surplus di offerta rispetto alla domanda. SPP ha una quota di mercato del 66% in Slovacchia, con attese per il 2013 di arrivare al 79% nel segmento famiglie e un 60% di mercato aziendale.

(Fonte hnonline.sk)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.