Poprad, commemorato il primo treno di donne ebree ad Auschwitz

Ieri a Poprad i rappresentanti della comunità ebraica insieme alle istituzioni locali e alla gente comune hanno commemorato presso la stazione ferroviaria cittadina le vittime dell’Olocausto, in occasione del 71° anniversario del primo trasporto di cittadini ebrei verso il campo di sterminio di Auschwitz, con un treno carico di migliaia di donne e ragazze ebree. Ricordare significa cercare di impedire che la storia si ripeta, ha detto il direttore del Museo della cultura ebraica Pavol Mestan, sottolineando l‘importanza che la gente comune non dimentichi gli eventi che hanno segnato la storia della Slovacchia e del suo popolo.

Nella stessa circostanza è stata inaugurata una mostra di fotografie di Katarina Rachel Krajcovicova dal titolo ‘Ritorno alle origini’ presso la Tatranska Galeria di Poprad con ritratti di personaggi famosi come l‘attrice Geraldine Chaplin, il tenore slovacco Peter Dvorsky e l‘attrice ceca Stella Zazvorkova i cui parenti sono morti nei campi di concentramento nazisti.

Le leggi razziali nella prima Repubblica Slovacca vennero implementate nel 1939 (a pochi mesi dallo nascita dello Stato) e contenevano una definizione dell‘appartenenza alla razza ebrea. Nel settembre 1941 venne immesso nella legislazione il Codex Judaicus, e solo nel maggio 1942, due mesi dopo le prime deportazioni, il Parlamento di Bratislava legalizzò retroattivamente i trasferimenti, insieme alla deprivazione della cittadinanza e l‘esproprio delle proprietà. Lo Shoah Resource Center (yadvashem.org) stima che siano circa 100 mila gli slovacchi morti nell‘Olocausto, includendo nel numero coloro che erano fuggiti in precedenza all‘estero. La gran parte dei circa 15 mila sopravvissuti (4-5 mila dei quali si presume siano rimasti nascosti fino alla liberazione o inquadrati con i partigiani) sono emigrati dopo la guerra in Israele.

(La Redazione)

Nella foto: ebrei di Poprad inviati ad Auschwitz (1942) (englishrussia.com)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.