Fico: avanti con l’austerità; protesteremo se qualcuno in EU chiede deroghe

A seguito del vertice UE del 14-15 marzo il Premier Robert Fico ha informato i media di quanto si è parlato che riguarda anche la Slovacchia. Il governo slovacco ha intenzione di continuare con il consolidamento delle finanze pubbliche e la riscossione delle imposte, ha sottolineato Fico, con l’obiettivo del 3% di deficit, il che consentirà al Paese di ottenere dei risultati sui mercati finanziari. Inoltre, il suo governo vuole concentrarsi anche su una questione importante come la lotta all’evasione fiscale.

Fico non è dunque per nulla d’accordo con i presunti tentativi di un certo numero di grandi paesi europei – come la Francia – che cercherebbero di ottenere dilazioni nel taglio dei loro deficit come richiesto dalla UE. La notizia è stata confermata, ma, nel caso accadesse, noi sicuramente faremo una dura protesta contro questa mossa, ha dichiarato Fico.

Tra le priorità dell’Unione, oltre al consolidamento, è il sostegno alla crescita economica. Fico ritiene che le risorse dei fondi europei devono essere utilizzate principalmente per la costruzione di infrastrutture, piuttosto che per la formazione o altre attività “soft”. Fico ha informato di aver chiesto al Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy di garantire l’inflessibilità della Commissione sulle risorse finanziarie per il 2013, e di aver speso parole per il sostegno all’occupazione giovanile, che ha dimostrato di essere efficace e sarebbe opportuno continuare a favorirla.

(La Redazione)

Photo credits: vlada.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.