Fondi UE: la Slovacchia in ritardo con l’impiego delle risorse europee

I progressi nell’impiego dei fondi dell’Unione Europea sono a uno stato deludente, considerando che nel periodo di programmazione 2007-2013 – che sta per concludersi – la Slovacchia deve ancora presentare progetti per due terzi delle risorse stanziate dall’UE. Si tratta ancora di circa 11,5 miliardi di euro, per destinare i quali c’è tempo solo quest’anno e i prossimi due anni, presentando alla Commissione UE le spese ammissibili.

Alla fine del mese di febbraio 2013 la Slovacchia ha goduto di 4,58 miliardi di fondi UE nel periodo di programmazione attuale. Il tasso di utilizzo del totale stanziato è di appena il 39,38%.

Tuttavia, il Ministero delle Finanze afferma che la cifra è ingannevole, perché in realtà le risorse finanziarie già destinate per la realizzazione di progetti sono in totale 4,88 miliardi – e il tasso di utilizzo passa così al 41,96%

Il Ministro dell’Economia Tomas Malatinsky ha lamentato questa situazione dopo la seduta del governo della scorsa settimana. Malatinsky ha detto che una serie di ministeri sono in ritardo con i piani per rilanciare l’economia slovacca stagnante, e ha detto che si aspetta dai suoi colleghi misure decise per riparare i danni della crisi  con riduzione dei costi amministrativi, investimenti in infrastrutture, un maggiore sfruttamento dei fondi europei e in generale una gestione più efficiente dei beni dello Stato.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.