SIS: il servizio segreto slovacco mette in guardia da “rischi” di attacchi hacker

Ancora ieri continuava il più grande attacco informatico della storia della Repubblica Ceca, ormai al quarto giorno. Dopo siti di news e server bancari, gli hacker hanno messo in black-out anche siti web degli operatori di telecomunicazioni. Il sito dell’operatore di telefonia mobile O2 in Slovacchia è stato offline per 30 minuti, dato che condivide lo stesso server della sua consociata ceca.

In una dichiarazione pubblica, cosa rara, il servizio di intelligence slovacco SIS ha confermato che la Slovacchia potrebbe affrontare dei rischi di attacco. Il portavoce di SIS ha detto che i servizi segreti hanno informato “gli interessati” senza specificare chi questi fossero o quali siano i definitiva i rischi.

Non è chiaro , scrive oggi il quotidiano Sme, ciò che gli hacker vogliono dimostrare. Secondo voci, potrebbero voler soltanto creare caos, oppure tentare di introdurre codice malevolo sui siti web e server aziendali.

(Fonte Sme)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.