Ministero: programmi educativi speciali sull’Olocausto per gli studenti slovacchi

Il Ministero dell’Istruzione ritiene che gli studenti slovacchi abbiano bisogno di aumentare le loro conoscenze sull’Olocausto, e allo scopo ha lanciato una iniziativa per fornire ai giovani cittadini della Slovacchia maggiori informazioni sul genocidio, con finanziamenti per nuovo materiale didattico sul tema che sarà utilizzato in seminari di formazione per gli studenti della scuola secondaria tenuti a Bratislava nel Museo della Cultura Ebraica.

Secondo il ministero questo è un programma complementare che va ad integrare la didattica scolastica migliorando l’educazione sull’Olocausto e contemporaneamente  valorizzandolo. Tuttavia, non solo gli studenti avrebbero lacune sul tema. Anche gli storici slovacchi non sono particolarmente ferrati sulla Shoah, e hanno spesso vaste zone d’ombra su questo periodo storico.

Dal territorio dell’attuale Slovacchia sono state nel complesso deportate oltre 68.000 persone tra il 1942 e il 1945, numeri che perà non sono precisi, secondo lo storico Ivan Kamenec. La studiosa e storica Monika Vrzgulova del Centro di documentazione dell’Olocausto ammette che si è fatta molta poca ricerca sulla Shoah nell’area di Kosice e nella Slovacchia meridionale.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.