Sondaggio: imprenditori slovacchi scontenti delle nuove norme sui contratti di lavoro

Una indagine condotta dall’Alleanza imprenditoriale slovacca (PAS) su 131 imprenditori e dirigenti mostra che un terzo di loro denunciano una influenza negativa sulla loro attività dopo l’entrata in vigore delle modifiche ai contratti di lavoro all’inizio di quest’anno. Una simile percentuale (34,4%) di rispondenti ha valutato l’impatto delle nuove regole come solo leggermente negative. Praticamente nessuno degli intervistati ha percepito la modifica come positiva (meno dell’1%), mentre un altro terzo (31,3%) non vede differenze tra prima e dopo.

Il Ministro del Lavoro Jan Richter ritiene che l’imposizione contributiva sui contratti non dipendenti sia una soluzione temporanea, che resterà in vigore per tre anni. Il ministro sarebbe lieto se calerà il numero di persone che lavorano con un accordo del genere, con un aumento conseguente di lavoratori che saranno assunti con contratti di lavoro standard. Questo significherebbe alla fine un maggior numero di posti di lavoro stabili. Il sistema attuale sarà soggetto a una valutazione dopo il lancio del sistema UNITAS, che prevede la raccolta unificata di imposte e contributi a partire dal 2016.

L’ex ministro Jozef Mihal (Libertà e Solidarietà / SaS), tuttavia, critica il governo per l’aver rimandato il progetto UNITAS, del quale il Paese, ha detto, «ha estremo bisogno». Dunque, si chiede, perché procrastinare per altri tre anni? Richter rimanda la questione al mittente, citando i pasticci fatti dall’ex Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU) che ha mandato in tilt un anno fa il sistema fiscale elettronico della Direzione finanziaria nazionale, i cui impiegati hanno dovuto trattare i file manualmente. Sarebbe il caso, tra l’altro, di indagare se il crash sia stato intenzionale o casuale, crede Richter.

(Red)

foto: fotogezi@flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.