Codice del Lavoro slovacco: l’edizione in italiano a disposizione delle imprese

È uscita da pochi giorni la versione italiana a stampa del Codice del Lavoro slovacco, nella nuova edizione con le modifiche legislative entrate in vigore dal 1° gennaio 2013. Lo scorso martedì 26 febbraio è stata presentata alle istituzioni e imprese italiane in Slovacchia, alla presenza di una serie di rappresentanti economici e istituzionali.

La traduzione della nuova legislazione del lavoro valida in Repubblica Slovacca, voluta dal governo socialdemocratico di Smer-SD, è stata realizzata dal Centro Servizi per Industria di Vicenza con sede nel parco industriale italiano di Samorin, che ha avuto l’idea – sviluppata in seguito insieme all’Associazione Industriali di Vicenza.

Il corposo volume ha l’obiettivo di diventare uno strumento essenziale per facilitare il lavoro quotidiano delle imprese italiane presenti sul territorio slovacco nei confronti della contrattualistica e dei rapporti di lavoro con i propri lavoratori, in un momento nel quale sono state apportate modifiche a molte norme che vanno ad intaccare i costi delle imprese e le loro relazioni con il mondo dei salariati.

Il prodotto è rivolto in particolare a tutti i soggetti economici italiani in Slovacchia, e ai loro collaboratori e partner.

Il testo dell’opera, curato da Robert Mruk, managing director del Centro Servizi, è stato supervisionato e asseverato dall’apposita commissione della Fondazione Marco Biagi dell’Università di Modena e Reggio Emilia, organismo nato sull’eredità morale e scientifica del noto giuslavorista ucciso undici anni fa dalle Brigate Rosse sulla porta di casa, già consigliere di numerosi ministri italiani.

Alla presentazione dell’edizione sono intervenuti una cinquantina di imprenditori, accolti da brevi saluti di Lorenzo Maggio di Confindustria Vicenza, Alberto Gerotto della CCIS, Roberto Rizzo dell’Ambasciata d’Italia, oltre al sindaco di Samorin e al presidente della Federazione delle associazioni dei datori di lavoro AZZZ Rastislav Machunka.

Il volume è stato introdotto dalle relazioni dell’avvocato Pavol Biksadsky sulle novità più importanti dell’attuale legislazione, e di Jan Zacko (AZZZ) sul ruolo svolto dalla sua organizzazione alle trattative del Tripartito sull’emendamento al Codice del Lavoro, osteggiato dai datori di lavoro.

L’edizione del “Codice del Lavoro slovacco”, coordinata sotto la responsabilità di Marino Mersich, è stata stampata in 800 esemplari, ed è disponibile al prezzo di 42 euro (Iva inclusa). Chi interessato all’acquisto può richiederlo direttamente presso il Centro Servizi, oppure richiederlo a noi senza alcun ulteriore costo di spedizione.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.