Salento: un cameriere italiano estorceva denaro alla titolare slovacca

Il 46enne Corrado Cecilia è stato arrestato dai carabinieri per estorsione, dopo essersi finto intermediario tra dei presunti e misteriosi estorsori e la titolare di un ristorante di Carpignano Salentino, paese in provincia di Lecce. La donna, F.M., di nazionalità slovacca e residente nel luogo, aveva assunto il Cecilia come cameriere, ma questo aveva escogitato un sistema per spillarle denaro, un gioco portato avanti per cinque mesi e costato alla slovacca migliaia di euro.

Cecilia si fingeva intermediario di una banda di estorsori baresi i quali, secondo i suoi racconti, avrebbero chiesto il pizzo alla donna minacciandola di incendiare il locale e di fare del male ai suoi familiari. Così, tra settembre 2012 e gennaio 2013, l’uomo si è fatto consegnare dalla titolare somme per un totale di 6.500 euro. E per la fine di febbraio le aveva chiesto altri 15 mila euro come ultima rata del pizzo.

La donna, però, sfinita e spaventata, ha riferito tutto ai carabinieri a metà gennaio. I gendarmi hanno spinto la donna ad assecondare l’estorsione, e hanno colto il Cecilia in flagranza di reato mentre intascava 2 mila euro in contanti dalla donna, in un luogo nei pressi dell’abitazione dell’uomo.

Nella perquisizione domiciliare che è seguita, i carabinieri hanno sequestrato un registro scritto a mano dove la vittima firmava di volta in volta, giustificando le somma estorte come prestito al Cecilia. Il denaro è già stato restituito alla donna e l’uomo condotto in carcere a Lecce.

(Fonte www.iltaccoditalia.info )

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.