L’angelo buono Kiska lancia sua campagna presidenziale per “cambiare la Slovacchia”

L’imprenditore – milionario – e fondatore della fondazione caritativa Dobry Anjel (Angelo Buono) Andrej Kiska ha annunciato ufficialmente la sua intenzione di candidarsi alle prossime elezioni presidenziali previste nella primavera 2014. Il suo scopo, ha detto, è battere il Primo Ministro Robert Fico. Che allo stato attuale non è candidato e non ha mai lasciato trasparire l’intenzione di farlo. Se lo decidesse, comunque, avrebbe quasi certamente la possibilità di essere eletto, ma il suo partito ha confermato che il candidato di Smer-SD a Presidente della Repubblica sarà annunciato in autunno.

Kiska ha detto di aver deciso di correre per la presidenza per la frustrazione dell’attuale situazione politica e sociale in Slovacchia. «Sono preoccupato per il nostro Paese, e frustrato della condizione della nostra società», ha detto, spiegando di voler cambiare le cose e far sì che la Slovacchia possa prosperare economicamente, mantenendo al tempo stesso l’equilibrio sociale e una condizione di equità. Per farlo, ha detto Kiska, ha intenzione di utilizzare tutta la sua esperienza e l’impegno a gestire positivamente la prima istituzione del Paese. «Auguro a tutti di poter vivere qui felicemente», ha detto.

Kiska è a favore dell’iniziativa di mettere sotto accusa l’attuale Presidente Ivan Gasparovic, sostenuta dai maggiori partiti parlamentare di opposizione per la presunta violazione della Costituzione sulla decisione di non nominare il Procuratore generale eletto Jozef Centes.

Kiska si presenterà come candidato civico e ha detto che non cercherà il sostegno di alcun partito politico.

Ad oggi, l’unico altro nome che si è candidato ufficialmente – e anche lui con pretese civiche – è l’ex Primo Ministro Jan Carnogursky, che ha fondato il Movimento Cristiano-Democratico (KDH) dopo la caduta del muro ma che ultimamente se ne è (o è stato) allontanato. Voci di corridoio all’interno di Smer darebbero per papabile il Ministro degli Esteri Miroslav Lajcak, diplomatico a livello internazionale, che avrebbe certamente buone possibilità – mentre l’opinione pubblica e i media speculano sull’ipotesi Fico sì/Fico no che, se da un lato non avrebbe concorrenti, dall’altro lascerebbe scoperto il partito che – dicono i rumors – senza di lui si sfascerebbe.

L’opposizione, intanto, non ha ancora trovato accordi per un possibile candidato comune, magari in attesa che l’ex Premier Iveta Radicova decida di rientrare in campo. Ipotesi che lei ha sempre smentito da quando lasciò la politica un anno fa. Se si candidasse, però, avrebbe un grande sostegno da molta parte dell’elettorato, e in generale anche della società civile. Si parla poi di Pavol Hrusovsky (attuale capogruppo KDH), ma il consiglio regionale dello stesso partito (il primo dell’opposizione) a Bratislava sarebbe dell’idea di proporre il deputato Radoslav Prochazka, che pochi giorni fa ha tuttavia annunciato la sua probabile uscita dal partito. Infine, tra gli outsider è spuntata la faccia di Peter Stastny, ex campione internazionale di hockey su ghiaccio, che oggi è al suo secondo mandato – in scadenza – all’Europarlamento per SDKU e che non ha escluso la sua discesa in campo.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google