Il Presidente ceco Klaus ha fatto la sua ultima visita ufficiale in Slovacchia

Se venti anni fa cechi e slovacchi non avessero formato due stati indipendenti i rapporti tra le due nazioni all’interno di uno Stato unico non sarebbero stati così buoni come sono oggi, ha detto il Presidente slovacco Ivan Gasparovic, in pieno accordo con il suo omologo ceco Vaclav Klaus dopo un loro incontro martedì a Bratislava, in quella che è l’ultima visita ufficiale all’estero di Klaus. Si tratta infatti per lui di un congedo, alla fine del suo secondo mandato presidenziale, che si conclude l’8 marzo quando sarà sostituito nella carica da Milos Zeman, eletto a Praga a fine gennaio.

I rapporti tra gli slovacchi e i cechi non sono sempre stati di parità al tempo della Cecoslovacchia, e «sono convinto entrambi i paesi indipendenti hanno beneficiato di questa divisione», ha detto il capo dello Stato ceco., sottolineando come in particolare nell’ultimo decennio le relazioni siano state molto amichevoli, anche grazie al Presidente Gasparovic. Anche lui, ha detto Klaus, è e vuole restare un grande amico della Slovacchia.

In questa sua tredicesima visita in Slovacchia come Presidente ceco, Klaus, che una volta lasciata la poltrona vuole dedicarsi alla costituzione del centro studi Václav Klaus Institute, ha tenuto colloqui anche con il Presidente del Parlamento Pavol Paska, il Premier Robert Fico e il sindaco di Bratislava Milan Ftacnik. Ha visitato la Cattedrale di San Martino e partecipato a un evento dell’Associazione degli imprenditori della Slovacchia dove ha ricevuto un premio.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.