Fico: rom, la soluzione è l’educazione dei bambini, ma lontano dalle loro famiglie

La questione rom in Slovacchia non sarà risolta con conferenze e seminari, ma dovremmo piuttosto concentrare la nostra attenzione sul diritto allo studio dei piccoli rom, ha detto il Premier Robert Fico giorni fa a un dibattito davanti a una platea composta dagli studenti dell’Università di Economia e Pubblica Amministrazione di Bratislava.

È necessario mostrare ai bambini che possono vivere in modo diverso, cosa possibile «solo con misure estreme», ha detto il Primo Ministro socialdemocratico, «togliendo i bambini dal loro ambiente portandoli altrove», in strutture educative adeguate.

Per fare questo, però, la Slovacchia deve cercare anche il sostegno della comunità internazionale, senza il quale non sarebbe possibile sottrarre i bambini rom alle famiglie senza il consenso dei genitori, e tutte le organizzazioni a difesa dei diritti umani ci attaccherebbero “come un branco di lupi e ci farebbero a pezzi”, ha detto. Ma noi dobbiamo far vedere che qui la situazione è estrema e dunque dobbiamo prendere misure estreme. In caso contrario, ha concluso, continueremo a blaterare e non si risolverà nulla.

Sottolineando l’importanza di tale soluzione quale visione a lungo termine per l’integrazione nel Paese, Fico ha ricordato che se invece il governo prendesse in considerazione soltanto i “santi dei diritti umani”, che vivono solo di questo problema come parassiti, la Slovacchia potrebbe dover far fronte a un potenziale aumento dell’estremismo.

Sul fronte legislativo, intanto, il quotidiano Sme informava venerdì che dal mese di aprile 2013 le istituzioni del governo, le amministrazioni locali e le aziende potranno adottare un “principio di discriminazione positiva” nelle assunzioni di nuovo personale. Un emendamento alla legge anti-discriminazione dovrebbe infatti favorire l’assunzione di assistenti sociali rom nei quartieri dove vivono comunità etniche rom, e aumentare le possibilità per gli studenti rom di entrare all’università. Secondo il Ministro del Lavoro slovacco sono circa 200 mila i rom che vivono in 700 quartieri-ghetto del Paese.

(Red, Fonte Tasr, Presseurop.eu)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google