Il Ministro Kazimir: una più profonda integrazione è la risposta alla crisi

Per affrontare come si deve la crisi nella Zona Euro, hanno convenuto il Ministro delle Finanze slovacco Peter Kazimir e Jorg Asmussen, membro del consiglio dei governatori della Banca centrale europea (BCE), è necessaria una più profonda integrazione. I due lo hanno detto alla conferenza internazionale Tatra Summit tenutasi a Bratislava martedì scorso. Kazimir crede una più decisa integrazione dei diversi paesi risolverebbe molte delle questioni in sospeso e le problematiche legate alla crisi nell’Eurozona. Senza questa integrazione, invece, l’Eurozona correrebbe il pericolo di cadere a pezzi. Asmussen condivide questa visione e oltre che “più Europa” ci sarebbe anche bisogno di maggiori riforme nazionali. Comunque, lui crede che già si vede una via d’uscita dalla crisi, e ora è sufficiente mantenere la rotta intrapresa.

Rimane nel frattempo aperta, ha detto Kazimir, quale sia l’impatto del consolidamento e delle misure di austerità dei vari governi sulla crescita economica. Asmussen ritiene che gli effetti delle misure di consolidamento devono essere messe in una prospettiva a lungo termine, e non valutate solo nel breve.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google