L’ex Presidente slovacco Kovac rimarrà in ospedale per circa dieci giorni

L’ex Presidente slovacco Michal Kovac è stato ricoverato Lunedì presso l’Ospedale Militare nel quartiere di Bratislava Kramare per nausea e vertigini. La portavoce del centro operativo dell’ospedale, Dominika Sulkova, ha informato che un’ambulanza lo ha prelevato da casa in una condizione prossima al collasso. L’ex presidente era cosciente e comunicava con il personale paramedico.

Kovac, 79 anni, ha detto che il morbo di Parkinson, del quale è affetto, ha contribuito al collasso. «Non è niente di straordinario, mi è successo già un paio di volte», ha detto, aggiungendo che il caldo poteva essere un altro fattore scatenante. Dagli esami effettuati Lunedì e Martedì, si stima che l’ex Presidente debba rimanere in osservazione per un’altra decina di giorni.

Michal Kovac compirà 80 anni il prossimo 5 Agosto. È stato il primo Presidente della nuova Repubblica Slovacca dopo la scissione dalla Repubblica Ceca, negli anni 1993-98. Nonostante fosse uno dei fondatori nel 1991 del Movimento per una Slovacchia Democratica (HZDS), e sia stato da questo partito candidato a Presidente, nel suo mandato divenne uno dei maggiori oppositori del Premier Valdimir Meciar. Nel 1995 il figlio di Kovac, accusato dalle autorità tedesche di reati finanziari, venne rapito – ancora quindici anni dopo non ne sono chiare le dinamiche – e portato in Austria, e di questo il Presidente e l’opposizione accusarono i Servizi di Informazione interni (SIS) e il Governo presieduto da Meciar. Negli ultimi dieci anni non ha frequentato la vita politica slovacca, ed è apparso molto poco a qualche raro evento. Nel 2008 i media slovacchi parlarono di lui perchè affetto dal Parkinson, anche se Kovac non lo confermò.

(Fonte TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google