Fico: il Governo cerca scuse sull’EFSF. Se non lo vuole, non lo firmi

Il Meccanismo europeo di garanzia finanziaria (EFSF), progettato per aiutare i paesi dell’UE con problemi finanziari, diventerà operativo solo dopo essere stato firmato dai 16 Ministri delle Finanze della zona euro e approvato dai Parlamenti nazionali dei suoi stati membri.  Lo scopo delle «pseudo-trattative» in corso a Bruxelles del Primo Ministro Iveta Radicova non è altro che uno stratagemma per spianare la strada al consenso sull‘EFSF, ha detto il presidente di Smer-SD Robert Fico ieri.

«Il Primo Ministro Iveta Radicova e il Ministro delle Finanze Ivan Miklos stanno cercando di trovare ogni e qualsiasi scusa possibile per coprire la frode che hanno commesso nie confronti dei loro elettori durante la campagna elettorale», ha detto Fico. Secondo lui, il modo in cui l’attuale Governo cerca una scappatoia (sull‘ESFS) rappresenta una minaccia per la buona reputazione e posizione della Slovacchia nella UE.

Se i rappresentanti della nuova coalizione non credono che l‘EFSF sia una cosa buona (per la Slovacchia) non dovrebbero firmare, suggerisce Fico. «A differenza di loro, lo Smer-SD ha affermato prima delle elezioni – proprio come accade oggi – che il Meccanismo di garanzia è assolutamente cruciale per i cittadini slovacchi», ha detto Fico. Dopo il suo colloquio con il Presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker, Martedì a Bruxelles, il Premier slovacco Iveta Radicova ha detto che la quota della Slovacchia nel pacchetto multi-miliardario dell‘EFSF per l’eurozona non è destinato a cambiare. Tuttavia la Slovacchia continua ad essere impegnata a trovare un accordo sulle condizioni alle quali i fondi del Meccanismo europeo di stabilità finanziaria (EFSF) possano essere finanziati e utilizzati. «La quota non è discutibile, in quanto questo significherebbe in una revisione dell’intero processo», aveva detto ieri la Radicova. «La questione non è se il nuovo Governo approverà o meno il pacchetto, dato che è già stato approvato e confermato, io ho solo ereditato una decisione del precedente Governo», ha aggiunto. Ed il Ministro delle Finanze Ivan Miklos pure a Bruxelles per incontri, aveva rincarato: «L’ex Primo Ministro Fico e il Governo precedente non sono riusciti a negoziare condizioni migliori per la Slovacchia. Se la Slovacchia deve contribuire per 2 o 3 volte di più in termini di PIL rispetto al Lussemburgo, paese più ricco dell’UE, allora è evidente che le condizioni sono state negoziate male. Tuttavia, è impossibile negoziare sui numeri di oggi, essendo la forma attuale stata già approvata dai parlamenti di altri stati membri dell’UE».

La Slovacchia potrebbe sbloccare il meccanismo di 750 miliardi oggi, a seguito del Consiglio dei Ministri previsto in giornata. La partecipazione della Slovacchia all‘EFSF deve comunque essere approvata dal Parlamento e firmata dal Presidente slovacco. Ma queste approvazioni non sono necessarie per la firma dell’accordo quadro. La partecipazione all‘EFSF significherà per la Slovacchia dover fornire garanzie per un importo di 4,37 miliardi di euro, se necessario.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google