SOPK propone un software nei pc aziendali per combattere le frodi fiscali

La Camera slovacca di Commercio e Industria (SOPK) propone al governo l’introduzione di un nuovo sistema di registrazione complesso della documentazione fiscale, con meccanismi automatici, che dovrebbe essere utilizzato sia dalle imprese che dall’Amministrazione Finanziaria, e dovrebbe portare un concreto miglioramento nell’efficienza della riscossione delle imposte. Il presidente della Camera, Peter Mihok, vuole in questo modo aprire una discussione sull’efficacia della riscossione delle imposte.

Mihok, pur non volendo dire che questa è la migliore soluzione possibile, ha detto che il sistema proposto, che prevede l’installazione di un software, è «una soluzione efficace e completa, conveniente e promettente, con costi di gestione minimi», che costerebbe circa 15 milioni di euro per la sua messa in opera, ma non è nemmeno detto che li debba spendere lo Stato.

Secondo il presidente della Camera Regionale di Presov Miloslav Karaffa, co-autore del piano, l’attuazione di un tale sistema software automatico potrebbe contribuire a ridurre le possibilità di corruzione. Per le aziende questo sistema, a sua detta, avrebbe lo scopo di controllare la generazione delle fatture, con i dati dei singoli contribuenti centralizzati presso l’Amministrazione Finanziaria.

Il sistema avrà il controllo su tutti i tipi conosciuti di frodi fiscali, e potrebbe, secondo SOPK, garantire una migliore riscossione delle imposte di almeno il 15-20%, aiutando così lo Stato a incassare almeno 500 milioni di euro in più all’anno.

(Fonte Sita)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.