Proteste contro la possibile miniera di uranio vicino a Kosice

Un gruppo di attivisti si è radunato lunedì davanti al municipio di Kosice per protestare contro l’eventuale progetto di aprire una miniera di uranio in località Jahodna dove recentemente è stato scoperto un grande deposito del prezioso elemento, mentre all’interno dell’edificio si stava riunendo il consiglio comunale. I manifestanti hanno consegnato volantini ai consiglieri comunali affermando che il Ministro dell’Economia Tomas Malatisky ha firmato a metà dicembre con la società mineraria Ludovika Energy un memorandum senza peritarsi di discutere la questione con il governo e senza informare le autorità locali. E questo, ha detto l’organizzatore Ladislav Rovinsky, nonostante il fatto che il consiglio comunale di Kosice abbia respinto l’idea. È naturale che l’investitore dichiari che i rischi sono minimi, ma sappiamo bene quello che è successo in altre miniere di tutto il mondo, ha sottolineato Rovinsky, che rimarca come la gente di Kosice sia totalmente contraria.

Il progetto di Ludovika Energy, che sarebbe già stato sottoposto anche al Ministero dell’Ambiente, stima che il deposito contenga 5,4 milioni di tonnellate di minerale di uranio, giudicandolo come uno dei giacimenti di uranio più importanti al mondo, ma dice anche che non è ancora chiaro se si farà o meno l’estrazione a Jahodna. Davanti alla cinquantina di persone in protesta il sindaco Richard Rasi (Smer-SD) ha detto che è troppo presto per parlarne.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.