Bilancio UE: alla Slovacchia più fondi per il periodo 2014-2020, anche per Bohunice

A seguito di un vertice dai toni combattuti, la Slovacchia è uscita soddisfatta dalla discussione sulla forma definitiva del bilancio dell’Unione Europea per il periodo 2014-2020. Il Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, ha spinto per fare ulteriori tagli per 10 miliardi di euro, e il budget dell’UE per i prossimi sette anni è sceso a 960 miliardi di euro. È stata una notte lunga, ma un grande successo e la Slovacchia ha migliorato molto, ha detto il Premier Robert Fico dopo la maratona. Ora speriamo che il Parlamento Europeo approvi il bilancio in questi termini, si è augurato.

Secondo quanto comunicato dallo stesso Fico, saranno a disposizione della Slovacchia 20 miliardi di euro nel settennato 2014-2020, mentre il Paese dovrà inviare a Bruxelles poco più di 7 miliardi, con un saldo positivo di 13 miliardi di euro. La Slovacchia riceverà anche 200.000.000 per proseguire lo smantellamento dell’impianto nucleare di Jaslovske Bohunice (V1 e V2), un significativo incremento rispetto ai 105 milioni inizialmente proposti dalla Commissione UE.

La Slovacchia è soddisfatta del risultato del vertice, ma non tutti gli altri paesi possono dire lo stesso. Fico ha raccontato di aver visto «certe facce acide, che si aspettavano di ottenere di più dal bilancio, ma ha prevalso lo spirito di squadra», scansando fortunatamente le minacce di un veto sull’intera proposta di bilancio.

A suo parere, il buon esito dei negoziati è dovuto in buona parte alla chiara politica della Slovacchia pro-UE e pro-Eurozona.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.