Union si oppone all’esproprio, al via un secondo arbitrato contro la Slovacchia

La società olandese Achmea, proprietaria dell’assicuratore sanitario privato Union ZP, ha aperto un altro procedimento arbitrale contro la Slovacchia, questa volta per la minaccia di esproprio da parte del governo slovacco. L’idea del Premier Rober Fico di riunire le tre società assicurative del settore sanitario dal 2014 integrandole nella compagnia statale VsZP, proposta approvata dal governo, ammette infatti anche la possibilità di arrivare a espropriare Dovera e Union nel caso non si riesca a raggiungere un accordo con i loro azionisti.

La società olandese Achmea prevede di mantenere il suo investimento nella slovacca Union ZP, e ritiene che l’espropriazione non sia a favore dell’interesse pubblico, dunque non conforme alla procedura legale e discriminatoria, oltre che in contrasto con l’accordo bilaterale sugli investimenti. La società ha nel frattempo nominato l’arbitro e lo Stato slovacco è ora chiamato a fare lo stesso.

Recentemente la Slovacchia ha perso un altro arbitrato con Achmea per il divieto agli assicuratori di distribuzione degli utili, azione che condanna il governo a pagare ad Achmea 22 milioni di euro di risarcimento dei danni oltre ad altri 3 milioni in costi legali e giudiziari.

(Red)

(foto_poistovne.sk)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.