Bilancio: entrate fiscali in calo in Slovacchia, a febbraio nuovo taglio alle spese

Secondo il quotidiano Hospodarske Noviny, si è già scoperto un buco nel bilancio dello Stato, e siamo appena a gennaio. Dopo che alla fine dell’anno scorso il governo ha ridotto all’ultimo momento le sue previsioni di entrate fiscali di 260 milioni di euro a causa delle conseguenze della crisi del debito in Europa, il Ministero delle Finanze dovrebbe fare un altro taglio nel mese di febbraio, secondo lo stesso ministro Peter Kazimir.

L’importo interessato ancora non è chiaro. Nel documento di bilancio 2013 approvato, il governo aveva stimato che l’economia sarebbe cresciuta del 2,1% quest’anno, ma varie analisi degli ultimi giorni portano a credere che la crescita del PIL sarà ben al di sotto, tra l’1% degli analisti e l’1,3% della Banca Centrale Slovacca.

La diminuzione delle entrate da IVA sono considerate il problema maggiore, a causa dell’evasione, problema di lungo periodo, ma anche degli acquisti che i cittadini fanno all’estero nelle regioni di frontiera e degli sviluppi dell’economia, con ridotte aspettative in materia di domanda, sia nazionale che estera.

Per il momento, tuttavia, il ministro ha escluso ulteriori aumenti delle tasse, e ha detto che il buco sarà tappato in particolare con tagli alla spesa e fondi provenienti dai risparmiatori che lasciano il secondo pilastro privato del sistema pensionistico.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.