SARIO: aiutare le PMI a sfruttare le capacità produttive per aumentare l’export

È necessario migliorare l’efficienza della capacità di produzione in Slovacchia, in particolare quella delle PMI, per aiutare le attività di esportazione del Paese, ha detto il capo dell’Agenzia slovacca per gli investimenti lo sviluppo del commercio (SARIO), Robert Simoncic, all’Export Forum 2013 che si è tenuto ieri a Bratislava. Attualmente, queste capacità produttive sono sfruttate soltanto parzialmente. Le analisi fatte da SARIO indicherebbero che non viene utilizzato quasi il 40% del potenziale produttivo delle aziende slovacche, ma sarebbe possibile servirsene aiutando l’export, ha detto. Le esportazioni verso Russia e altre repubbliche ex sovietiche, ha citato come esempio Simoncic, contavano nel 1989 per un 38-40% di tutta la merce uscita dalla Slovacchia, mentre oggi solo il 2-3% del nostro export finisce in quell’area geografica.

Simoncic ha assicurato l’attenzione di SARIO nei confronti delle quasi 17.000 piccole e medie imprese in Slovacchia, che impiegano «circa il 70% di tutta la forza lavoro dipendente e creano il 40% del PIL». Più alta sarà la quota di PMI e più robusta sarà l’economia del Paese, ha sottolineato.

Il Sottosegretario al Ministero dell’Economia Pavol Pavlis, dal canto suo, ha segnalato l’esigenza di ridurre la dipendenza delle esportazioni nazionali verso i paesi dell’UE. Indirizzare l’85% dell’export verso i paesi membri dell’Unione Europea, ha detto, dato che si evince dalle medie statistiche a lungo termine, è un grosso rischio per l’economia slovacca. Fortunatamente, a suo parere, i numeri preliminari del 2012 indicano una moderata variazione di tendenza, con quantità in crescita di merci che si stanno dirigendo verso paesi al di fuori dell’Europa, come Giappone, Usa, Russia, Cina e Taiwan. Questo trend sarà aiutato da un piano strategico a lungo termine, preparato dal ministero per il sostegno delle esportazioni della Slovacchia nel periodo 2014-2020, che dovrebbe essere pronto per essere sottoposto al Consiglio dei Ministri nell’ottobre di quest’anno.

In generale, la ricetta di SARIO per contrastare il rallentamento economico in Europa sarà quella di un “ritorno a Est”, con una maggiore concentrazione sui mercati orientali che continuano a marciare, come la Russia, mentre l’Occidente soffre per le misure di austerità e la crisi del debito.

Il saldo del commercio estero della Slovacchia è stimato arrivare a un record nel 2012, con 3,1 miliardi di euro di attivo.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google