Il bacio: sensuale e romantico. E pieno di batteri, muco e… DNA

È così romantico. Quando baciate il vostro partner con passione, non solo scambiate con lei o lui batteri e muco, ma gli lasciate anche una traccia del vostro codice genetico. Non importa quanto sia brave o fugace l’incontro delle due bocche, il DNA rimarrà in giro per almeno un’ora. Questa scoperta è stata fatta da Natália Kamodyová e i suoi colleghi dell’Università Comenius di Bratislava, che hanno stabilito che la saliva delle donne può contenere prove di attenzioni indesiderate nei casi di molestie, o segni rivelatori di infedeltà in altri casi di cronaca nera.

Nell’articolo pubblicato sul magazine scientifico Forensic Science International: Genetics si parla solo di donne perché il metodo messo a punto dalla Kamodyová si basa sulla rilevazione del cromosoma Y, che permette solo di identificare il DNA di un uomo – in questo caso nella saliva di una donna. Il team di ricerca ha reclutato 12 coppie che hanno accettato di baciarsi appassionatamente per almeno 2 minuti. I campioni di saliva delle donne sono stati prelevati a 5, 10, 30 e 60 minuti di intervallo dopo il bacio.

I risultati mostrano che il DNA dell’uomo è ancora presente dopo tali intervalli e può essere rilevato mediante amplificazione anche dopo un’ora, e forse più. Il test ha dimostrato che è possibile ottenere un profilo genetico completo, «che potrebbe essere utile in un’indagine penale per individuare l’autore del reato tra diversi sospettati».

L’identificazione di materiale biologico estraneo è ampiamente usato nel test del DNA forense, nei casi di violenza sessuale, abusi sessuali o molestie sessuali. In tutti questi tipi di aggressioni l’autore potrebbe limitarsi a baciare la vittima, ma fino ad oggi la saliva della vittima non veniva esaminata con i moderni metodi molecolari.

Il team sta ora lavorando per scoprire se il DNA sopravvive anche più di un’ora e se è ottenibile dalle bocche di donne già morte

L’articolo pubblicato dai ricercatori si può leggere in inglese a questo link.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.