Ministero Finanze: in arrivo sostegno alle PMI per l’accesso al capitale di rischio

Nell’opera di sostegno del contesto imprenditoriale, il Ministero delle Finanze ha intenzione di avviare un progetto denominato Jeremie, in stand-by da alcuni anni, che dovrebbe fornire alle PMI un migliore accesso ai finanziamenti per i progetti più avanzati e rischiosi, secondo quanto ha detto ai media giovedì il Sottosegretario Peter Pellegrini nel corso di una conferenza della Camera slovacca di commercio e industria (SOPK). Il funzionario ha informato della prossima istituzione allo scopo di un fondo di venture capital per sostenere le start-up e le aziende innovative.

Nell’area dell’innovazione si sta muovendo anche il Ministero dell’Economia, che sta per intraprendere una cooperazione strategica con l’Agenzia nazionale per lo sviluppo delle piccole e medie imprese (NADSME). Il Ministro Malatinsky crede che già nel primo trimestre dell’anno verrà lanciato uno strumento finanziario per le PMI di tipo revolving, con un modello che l’agenzia utilizza fin dalla sua nascita nel 1999.

Il Ministero delle Finanze ha inoltre in progetto nel prossimo l’anno la revisione e riformulazione della legislazione fiscale, con l’obiettivo di semplificarla e ripulirla dei doppioni. E sta lavorando a come migliorare l’efficienza della riscossione delle imposte, con nuovi provvedimenti in preparazione, fra i quali un obbligo per le imprese di inviare la dichiarazione IVA in forma elettronica dal 1° Gennaio 2014, che permetterà agli organi statali di meglio controllare la movimentazione contabile delle ditte che sono soggette a IVA. Una promessa, dice Pellegrini, di certamente migliori risultati nella prevenzione delle frodi carosello e delle attività commerciali fittizie.

Il progetto Jeremie, acronimo che significa Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises initiative, è una iniziativa della Commissione Europea che offre azioni per migliorare il contesto finanziario per le piccole imprese (imprese medie, piccole e micro / PMI) a livello nazionale, regionale e locale, favorendo il loro accesso al capitale finanziario e di rischio per la loro crescita e competitività.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.