Slovacchia, allarme debito pubblico: cresce a oltre il 50% del PIL a fine 2012

Nel terzo trimestre dello scorso il debito delle finanze pubbliche della Slovacchia ha superato il 51,2% del Prodotto interno lordo del Paese, secondo i dati Eurostat. Un livello che non si vedeva dal 2000. Se l’Ufficio di Statistica slovacco confermasse la percentuale per l’intero 2012, come del resto era atteso, il Ministro delle Finanze Peter Kazimir sarà costretto a informare il Parlamento e l’Unione Europea le motivazioni di tale crescita. Nel bilancio approvato il governo indicava una previsione di debito al 52,2% del PIL nel 2012, pari a 37,4 miliardi di euro, un valore ben superiore al 43,3% raggiunto nel 2011(29,9 miliardi). L’incremento è dovuto in parte al continuo deficit di bilancio nazionale, scrive Sme, ma in parte anche a causa degli obblighi del Paese verso il fondo di salvataggio della Zona Euro.

In Slovacchia vige una legge costituzionale sul freno all’indebitamento, approvata nell’ultimo scorcio del mandato di governo precedente, con meccanismi semi-automatici quando il debito supera la soglia del 50%.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.