Il serbo Nikolic in visita ufficiale a Bratislava. Gasparovic: non riconosceremo il Kosovo

Il Presidente della Serbia Tomislav Nikolic è stato ricevuto ieri nel corso della sua prima sua visita ufficiale in Slovacchia dal Presidente Ivan Gasparovic. I due hanno posto grande enfasi sulle reciproche storiche minoranze nazionali, e Gasparovic ha detto di invidiare alla Serbia la sua minoranza slovacca, che è «fedele allo Stato pur mantenendo le sue tradizioni nazionali, culturali e sociali». Nikolic, da parte sua, ha sottolineato come la Costituzione serba garantisca lo status delle minoranze anche oltre quanto richiesto dai severi criteri dell’Unione Europea, e non ha mancato di notare come le due minoranze uniscano i due paesi slavi quale ponte nel rafforzare la già lunga tradizione di amicizia e cooperazione.

I due capi di Stato hanno elogiato i rapporti bilaterali in essere, concordando tuttavia sulla necessità di aumentare le relazioni economiche, ferme a un giro d’affari annuo di appena 500 milioni di euro. La Serbia, da questo lato, ha offerto la sua collaborazione nel favorire i contatti della Slovacchia con l’Oriente e in particolare con il mercato russo.

Nikolic ha ringraziato la Slovacchia per il sostegno alla Serbia nel processo di adesione all’Unione Europea, e nell’azione di mediazione per un accordo con gli albanesi che vivono in Kosovo. Gasparovic ha assicurato che, per quanto riguarda il Kosovo, la Slovacchia non cambierà la sua posizione di non riconoscimento, condivisa del resto da altri quattro paesi UE (Grecia, Spagna, Cipro e Romania), una soluzione che del resto, ha detto, si basa sul diritto internazionale.

Nel corso dell’incontro, Nikolic ha decorato Gasparovic con l’Ordine della Repubblica di Serbia, la più alta onorificenza del Paese, data a capi di Stato e di governo, per il suo contributo nello sviluppo di una pacifica cooperazione e relazioni amichevoli tra Serbia e Slovacchia.

Il leader serbo, accompagnato da una folta delegazione, ha poi incontrato il Primo Ministro Robert Fico e il Ministro degli Affari Esteri Miroslav Lajcak. Quest’ultimo, già rappresentante UE per l’Europa Orientale, la Russia e i Balcani occidentali, ha sottolineato come i colloqui in corso a Bruxelles sul Kosovo tra Belgrado e Pristina siano cruciali per le ambizioni della Serbia di entrare nell’UE. Nikolic avrebbe da parte sua sottolineato come l’integrazione europea sia una priorità assoluta del suo Paese. L’UE ha concesso nel 2012 alla Serbia lo status di Paese candidato.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google