Uno slovacco arrestato in Iran per spionaggio per conto della CIA

Uno slovacco di 26 anni, tale Matej Valuch di Banska Bystrica, sarebbe stato arrestato in Iran con l’accusa di essere una spia della CIA, il servizio segreto americano. Il Ministero degli Esteri slovacco avrebbe confermato alla tv Markíza che la scorsa settimana è stato arrestato a Teheran un cittadino slovacco, ma la parte iraniana non ha ancora risposto alla richiesta di informazioni slovacca, secondo il sito topky.sk, accompagnata dalla richiesta di un permesso per far visita al detenuto.

Vari media slovacchi hanno parlato di un video apparso anche su YouTube dove l’uomo parla con la tv di Stato iraniana in un documentario su di lui denominato Hunter Trapped (Cacciatore in trappola). Nel video, Valuch dice di essere venuto nel paese persiano per studiare, e successivamente dice di essere stato contattato da un agente della CIA a cui ha in seguito inviato informazioni su persone iraniane. Secondo il filmato, sei agenti segreti che tramavano contro iraniani sarebbero stati scoperti.

Il quotidiano Sme ha scritto ieri che Matej Valúch, che parla inglese ma non il farsi (la lingua persiana) è partito per Teheran nell’estate scorsa, e ha lavorato nel settore delle comunicazioni. Gli ultimi suoi contatti con la Slovacchia risalgono all’inizio di dicembre, ma da allora è irreperibile. Nel video, Valuch si è dichiarato colpevole di spionaggio.

Secondo un esperto di studi arabi di Praga, la detenzione di Valúch potrebbe essere mossa pre-elettorale del regime per distrarre l’opinione pubblica mostrando un “nemico pubblico” e prevenire proteste come quelle nate al tempo delle scorse elezioni quattro anni fa.

(Fonte Slovak Spectator)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.