Caso Gorila: sospetti di ricatto e corruzione per politici SDKU in privatizzazione aeroporto

Secondo un rapporto sullo stato delle indagini nel caso noto con il nome in codice Gorila, la privatizzazione dell’Aeroporto di Bratislava sarebbe stata accompagnata da un ricatto sul piano politico. Il documento afferma che membri del governo misero in atto un ricatto per conseguire come risultato la privatizzazione dello scalo di di Bratislava a favore di un gruppo finanziario. Nel periodo in cui era Ministro dei Trasporti (2002-2006) Pavol Prokopovic (SDKU), nel secondo governo di Mikulas Dzurinda, il governo si preparà a privatizzare l’Aeroporto per il 66% a fronte di una somma di oltre 11 miliardi di corone slovacche (più di 365 milioni di euro).

Successivamente, il governo di Robert Fico ha annullato la vendita e i risultati della gara vinta dal gruppo finanziario Penta insieme all’Aeroporto di Schwechat. Secondo un rapporto del procuratore speciale Dusan Kovacik, a novembre 2012 un gruppo di inchiesta avrebbe emesso tre nuove risoluzioni per avviare una azione penale sul caso. Oltre al sospetto di ricatto, l’azione porterebbe all’accusa di corruzione.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.