ST: autorità telefonica non vuole rimborsare 48 milioni, si appella a Corte Costituzionale

Lo Stato slovacco non intenderebbe rimborsare a Slovak Telekom i 48 milioni di euro da questa pagati nel 2011per un rinnovo decennale della licenza di rete mobile. La società dovrebbe essere rimborsata in seguito alla decisione della Corte Suprema che ha contestato il calcolo del canone su ricorso dell’azienda telefonica. I giudici hanno imposto all’Ufficio delle Telecomunicazioni di ricalcolare l’ammontare. L’ufficio ha iniziato nel frattempo un nuovo processo, interrotto tuttavia a novembre per rivolgersi alla Corte Costituzionale.  L’autorità di regolamentazione sostiene che la Corte Suprema ha messo Slovak Telekom in vantaggio rispetto ai suoi concorrenti, dotandola di aiuti di Stato non autorizzati. Il giudice ha revocato cioè solo la parte del verdetto sulla licenza relative al dovere di Slovak Telekom di pagare i 48 milioni, mentre l’estensione della licenza rimane attiva. Secondo specialisti legali, la corte avrebbe dovuto, in effetti, annullare l’intera risoluzione del regolatore inclusa la parte sulla licenza, e non solo quella sul canone.  (Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.