Scienziati slovacchi scoprono chiave per identificare la celiachia

Un team di scienziati guidati da Martin Hajduch dell’Accademia slovacca delle scienze (SAV) ha sviluppato con successo un metodo accurato ed efficace di diagnosi di malattia celiaca. Questa scoperta consente di determinare con precisione la quantità di tracce di proteine del grano che causano la malattia celiaca, come pure varie altre allergie. «Il metodo si basa su una tecnologia all’avanguardia con l’utilizzo della proteomica quantitativa MSE», ha detto il team leader Martin Hajduch, scienziato dell’Istituto di Genetica Vegetale e Biotecnologie della SAV.

I metodi attuali studiano soprattutto la risposta immunitaria, e a volte non riescono a indicare tutte le sostanze che causano i problemi. Con la nuova procedura introdotta in Slovacchia, invece, attraverso la spettrometria di massa si possono analizzare centinaia di proteine, ed è possibile studiare più approfonditamente questa malattia, verificando in modo più accurato i prodotti alimentari per i celiaci per evitare l’utilizzo di proteine che possono provocare problemi, sottolinea Hajduch, rimarcando che si tratta ancora di una ricerca di base, necessaria tuttavia per poter in seguito procedere alla ricerca applicata. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sul Journal of Proteomics, periodico scientifico ufficiale dell’Associazione europea di proteomica.

Il sostegno finanziario per la ricerca è stato fornito dalla statunitense Syngenta Biotechnology, aziende leader a livello mondiale nello sviluppo delle proprietà vegetali per risolvere produttività agricola e problemi ambientali e sanitari, con oltre 25.000 dipendenti in oltre 90 paesi.

Secondo Wikipedia, la proteomica consiste nell’identificazione sistematica di proteine e nella loro caratterizzazione rispetto a struttura, funzione, attività, quantità e interazioni molecolari. Il proteoma è l’insieme di tutti i possibili prodotti proteici espressi in una cellula, incluse tutte le isoforme e le modificazioni post-traduzionali. Il proteoma è dinamico nel tempo, varia in risposta a fattori esterni e differisce sostanzialmente tra i diversi tipi cellulari di uno stesso organismo. La celiachia è una malattia autoimmune dell’intestino tenue, causata da una reazione alla gliadina (una proteina del glutine presente nel grano e altre simili in cereali comuni quali orzo e segala) che si verifica in individui di tutte le età, geneticamente predisposti con sintomi come diarrea cronica, ritardo della crescita nei bambini e stanchezza. Sulla base di diversi studi nazionali si ritiene che la celiachia riguardi una fetta di popolazione mondiale compresa tra lo 0,5 e l’1%, con anche grosse differenze tra i vari paesi. La media in Europa, secondo la Fondazione Celiachia, è dell’1%, e in Italia si andrebbe dallo 0,7% della popolazione adulta all’1,1% dei bambini.

Share

4 comments to Scienziati slovacchi scoprono chiave per identificare la celiachia

Commenta

  

  

  

Si possono usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

agosto: 2014
L M M G V S D
« lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031