Immigrazione: più attraente per gli stranieri la Repubblica Ceca della Slovacchia

La Repubblica Ceca, al contrario della Slovacchia, ha un afflusso di stranieri molto più considerevole. Nel 1993, subito dopo la separazione della Cecoslovacchia, c’erano 78.700 stranieri in Repubblica Ceca, lo 0,75% della popolazione, numero che da allora è aumentato di quasi sei volte, rallentando poi durante questi ultimi anni di crisi. A metà del 2012 le autorità registravano quasi 438.000 persone provenienti dall’estero, che in genere arrivano per stabilirsi nel Paese e non soltanto per un breve periodo, e soprattutto da Ucraina, Slovacchia e Vietnam. In Slovacchia, invece, c’erano 16.949 stranieri nel 1994, pari allo 0,32% della popolazione, saliti a 67.976 nel 2010 (1,25%), per giungere nel giugno 2012 al numero di 83.828.

Rispetto agli altri stranieri, gli slovacchi in Repubblica Ceca, e così i cechi in Slovacchia, godono di una posizione privilegiata, potendo spesso parlare la loro lingua madre nel contatto con la popolazione locale. Anche se questo è sempre meno vero in Cechia, considerando che le giovani generazioni ceche cresciute dopo il divorzio non hanno la capacità di comprendere lo slovacco che hanno i loro coetanei in Slovacchia. Essendo il Paese così piccolo, è qui normale leggere spesso giornali e riviste, o guardare film e canali televisivi in lingua ceca, come offerta supplementare di intrattenimento. Se però i cechi in Slovacchia, pur essendo il gruppo straniero più numeroso, non superano le 9.000 persone, nel censimento della popolazione fatto nel 2011 sono 149.140 coloro che hanno dichiarato la loro origine slovacca in Repubblica Ceca, l’1,4% della popolazione totale. Dieci anni fa l’etnia slovacca è stata rivendicata da 193.200 persone.

La minoranza etnica più popolosa in Slovacchia sono gli ungheresi, con 458.000 persone che costituiscono l’8,5% della popolazione, e che sono concentrati soprattutto nella Slovacchia meridionale, dove superano molto spesso il 10% e oltre degli abitanti a livello locale. La seconda minoranza più numerosa è quella Rom, rivendicata da un numero sempre crescente, che ha raggiunto quasi 106.000 nel censimento del 2011, anche se gli esperti ritengono che il numero reale sia molto più alto. Molti di loro vivono in oltre 700 insediamenti o baraccopoli con condizioni igienico-sanitarie disastrose, spesso manca l’elettricità.

In Repubblica Ceca i Rom sono la seconda minoranza etnica dopo gli slovacchi. I rom sono stimati a 250mila persone, numero però soltanto ufficioso. Come nel Paese vicino, i rom spesso si registrano sotto altre etnie, in genere quella nazionale, anche per paura di discriminazioni. Una analisi della metà degli anni 2000 metteva in rilievo come forse un terzo di loro vivono in località-ghetto isolate, i rom adulti sono per lo più senza lavoro e i loro bambini finiscono in scuole speciali per bambini ritardati (o con un eufemismo, per bambini con difficoltà di apprendimento), le famiglie vivono di sussidi e l’usura è molto diffusa tra di loro. Sei anni fa erano registrate circa 300 località del genere, ma gli esperti dicono che quel numero è aumentato ancora di un centinaio. Sia di qua che di là dal confine, i rapporti tra le comunità rom e la maggioranza della popolazione stanno peggiorando. Se in passato erano solo gli estremisti di destra a fare marce anti-rom, di recente si sono uniti spesso a loro cittadini di altri indirizzi politici ma che sono stremati dalla convivenza con illegalità, malcostume e criminalità diffusa negli insediamenti.

Dopo l’adesione all’Unione Europea nel 2004, le autorità dei due paesi, tutt’ora criticate da alcune istituzioni straniere e dagli attivisti dei diritti umani, hanno istituito degli enti specifici per tentare di risolvere la situazione. In Slovacchia è stato istituito un commissario governativo per le comunità rom, posizione che è occupata da qualche mese da un deputato di etnia rom, lui stesso cresciuto in un insediamento, che ha presentato recentemente una vasta riforma delle relazioni con i rom da attuarsi di concerto con il Ministero degli Interni.

(Fonte CTK)

Foto: pensiero@flickr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google