US Steel: il governo fa offerte agli americani per restare in Slovacchia

Il governo della Slovacchia continua il dialogo con l’acciaieria americana US Steel per tentare di farla rimanere a Kosice. Il Ministro dell’Economia, nonostante le trattative siano altamente riservate, vuole arrivare ad un accordo con l’azienda, alle cui dipendenze lavorano circa 11.000 dipendenti, nella seconda città del Paese, oltre a molti altri nelle società fornitrici e collegate. «Stiamo cercando alcune soluzioni, ma vi chiedo di non chiedermi soluzioni concrete o numeri, perché siamo al nocciolo dei negoziati», ha detto Malatinsky alla conferenza stampa di ieri dopo la sessione di governo.

Il ministro non ha quindi né confermato né smentito le informazioni pubblicate dai media, secondo le quali a US Steel Kosice è stata offerta una riduzione del canone di servizio che l’azienda è tenuta a versare al gestore del sistema di trasmissione per l’energia elettrica che viene generata nelle proprie strutture. L’autorità di regolamentazione ha recentemente deciso che US Steel è tenuta a pagare la tariffa piena per i servizi di sistema, mentre due anni fa pagava soltanto circa un terzo di tale importo. Tale riduzione della tariffa, però, avrebbe un certo impatto negativo sui ricavi di SEPS, società di gestione del sistema di trasmissione di energia elettrica. L’idea non piacerebbe al Ministero delle Finanze impegnato al risanamento delle finanze pubbliche.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.