Knazko: divisione della Cecoslovacchia vantaggiosa per entrambi

Milan Knazko, noto attore slovacco che fu tra le maggiori e più visibili personalità del movimento di opposizione al comunismo, in prima linea nel corso delle proteste della Rivoluzione di velluto, ha detto domenica al programma “V politike” della tv TA3 che la dissoluzione della Cecoslovacchia non fu un atto di inimicizia. Venne piuttosto da un ragionamento razionale dei politici e si dimostrò essere un atto vantaggioso per entrambe le parti – Repubblica Ceca e Slovacchia.

Knazko, che fu Ministro degli Esteri della Slovacchia in due brevi mandati tra il 1990 e il 1993 (e una volta anche Vicepremier), poi deputato e Ministro della Cultura, ha detto i negoziati tra i due paesi si interessarono in particolare di come garantire un equilibrato stato di convivenza. La Federazione Cecoslovacca, ha detto, «non aveva mai compiuto la vera sostanza del termine Federazione», e ci sono stati frequenti casi di «squilibrio tra potere e responsabilità. Accadeva spesso che qualcuno era responsabile di qualcosa ma non aveva il potere di affrontare il problema». Il governo slovacco, ha sottolineato, in diverse occasioni si trovò a discutere di qualcosa che era stato già discusso e approvato dal governo federale.

Alla trasmissione era presente l’ex Primo Ministro della Cecoslovacchia Jan Strasky, che ha confermato come la preoccupazione principale delle due parti non era di dividersi a tutti i costi. Entrambi i gruppi negoziatori erano «timorosi di dire di sì allo scioglimento. Entrambi cercavano un modo per dividere, ma non del tutto». La divisione finale fu un compromesso, ha ammesso Strasky: fu l’unico modo di uscire da un dilemma nel quale gli slovacchi non volevano più essere parte di una federazione, e i cechi non avrebbero accettato una confederazione. Il compromesso sulla separazione è stato, ha ricordato anche Knazko, quello di non rovinare i buoni rapporti esistenti tra i due paesi vicini.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.