UVZ: il 40% dei ristoranti asiatici ha standard igienici insufficienti

Sono più del 40% i ristoranti asiatici in Slovacchia (cinesi, tailandesi, eccetera) che non soddisfano i requisiti di igiene stabiliti dall’Ufficio della sanità pubblica (UVZ). Così ha detto la stessa autorità venerdì 14 dicembre, secondo quanto scrive Tasr. Nelle ispezioni a sorpresa effettuate nel mese di novembre, l’ufficio ha trovato condizioni inadeguate in 72 locali sui 179 visitati. A tre di loro è stata ordinata la chiusura.

Nonostante questo, UVZ ammette uno sviluppo positivo, come definisce lo stesso ufficio in una nota relativa alle ispezioni di settembre, sottolineando comunque come «siamo ben lungi dal dire che va tutto bene».

La gran parte delle manchevolezze sono state registrate nei ristoranti che servono cucina cinese. Se i ristoranti delle regioni di Bratislava e Kosice nel complesso non sono andati male, quelli nelle regioni di Trnava, Nitra e Zilina sono andati sicuramente peggio.

Tra i maggiori problemi di igiene sono stati rilevati il modo di stoccare il cibo, la sporcizia di pavimenti e pareti, coperte magari di escrementi di topi e insetti striscianti. Tra i casi limite, uno dei ristoranti non aveva un lavandino a disposizione del personale per lavarsi le mani.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.