Commissione UE dà il via libera a vendita SPP ai cechi di EPH

La Commissione Europea ha concesso l’autorizzazione ai sensi del regolamento UE sulle concentrazioni per l’acquisizione della società slovacca Slovenský Plynárenský priemysel (SPP) da parte del gruppo ceco Energetický a Prumyslovy Holding (EPH). EPH è attiva principalmente nel settore del calore, gas e energia elettrica nella Repubblica Ceca e nel settore dell’energia elettrica in Slovacchia. SPP è attiva nel settore del gas e dell’elettricità in Slovacchia e nel settore del gas nella Repubblica Ceca. L’operazione è stata esaminata secondo la procedura semplificata di esame delle concentrazioni industriali.

Continua intanto la polemica sull’intenzione del governo socialdemocratico di acquistare la minoranza di SPP, di fatto nazionalizzando la società che era stata parzialmente privatizzata oltre un decennio fa. Se il governo va avanti, ha detto il capogruppo parlamentare del partito Libertà e Solidarietà (SaS) Juraj Miskov, sarà semplicemente un gesto politico da parte del governo di Robert Fico. Un gesto che ci costerà almeno 60 milioni di euro dei quali abbiamo bisogno. Miskov ha detto alla Commissione Economia del Parlamento che non ha senso impedire ai soci stranieri di vendere la loro partecipazione del 49% in SPP, incluse le società controllate a EPH.

Del resto, se lo Stato acquistasse la minoranza nella società controllante ma senza le società controllate, questa sarà una mossa inutile, in quanto non cambierà la posizione dello Stato nella società. «Avete già il controllo sulla politica dei prezzi», ha detto Miskov al Ministro dell’Economia Tomas Malatinsky.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.