Camera Commercio slovacca: aspettative governo per entrate fiscali 2013 irrealistiche

La Camera slovacca del commercio e dell’industria (SOPK) si aspetta che il governo non riuscirà a raccogliere imposte e tasse nel volume stimato dal Ministero delle Finanze nel preparare il bilancio dello Stato per il 2013. A dirlo è stato martedì il suo presidente Peter Mihok, adducendo a motivo l’aumento dell’imposta sui redditi societari al 23%. Le aziende, ha detto, introdurranno sicuramente processi di ottimizzazione fiscale. «Ci dispiace che il governo non abbia prestato maggiore attenzione a questo problema quando lo abbiamo fatto notare, e non ha deciso invece di attaccare l’evasione fiscale prima», ha affermato Mihok. Se si fosse migliorata la riscossione delle imposte del 50%, ha detto, non ci sarebbe stato bisogno di aumentare le tasse.

Le dichiarazioni di Mihok seguono l’annuncio del Ministro delle Finanze slovacco che la scorsa settimana ha detto che la riscossione delle imposte è più debole del previsto, e quest’anno mancheranno 276 milioni rispetto a quanto preventivato nel bilancio per il 2012. Il disavanzo presunto al 4,6% del PIL per quest’anno potrebbe ora essere a rischio.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.