Parlamento: congelati stipendi di deputati, giudici e altri funzionari

Gli stipendi dei rappresentanti costituzionali non cresceranno nel 2013, secondo il voto a grande maggioranza del Parlamento che ha approvato ieri la proposta del governo. Ben 140 deputati (su 150 totali) hanno votato a favore del congelamento dei salari al livello di quest’anno con un procedimento legislativo accelerato. Si tratta della prima volta, scrive Tasr, che il freno salariale interesserà anche i magistrati. A parte questi, la norma si applica anche agli stipendi di parlamentari, ministri, Presidente della Repubblica, presidente e vice della Corte dei Conti  (NKU), Procuratore generale, presidenti e consiglieri dei governi regionali, difensore civico e consiglieri comunali. Lo stesso principio si applica ai rimborsi forfettari, agli assistenti parlamentari e alle spese previste per la gestione degli uffici.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.