Emissioni: governo approva vendita a Spagna e Austria, prezzo in caduta libera

La Slovacchia ha in cantiere di vendere le sue quote in eccesso di AAU alla Spagna, o alla Spagna e all’Austria, come confermato dal Consiglio dei Ministri che ieri ha approvato entrambe le alternative proposte dal Ministro dell’Ambiente. Il prezzo della transazione non è noto, perché il documento è soggetto a segreto commerciale, e sarà conosciuto soltanto dopo la firma del contratto. Il Ministro Peter Ziga aveva comunque dichiarato già la settimana scorsa che le quotazioni attuali sono sotto all’euro per tonnellata, prezzo in calo da ormai due anni per la sovrabbondanza di quote in vendita, effetto diretto della riduzione delle attività industriali causa crisi a livello globale. Soltanto all’inizio di quest’anno, ha scritto Sme, il prezzo si aggirava sui 2 euro a tonnellata.

Secondo la proposta, la Slovacchia venderebbe alla Spagna 27 milioni di quote di emissione di gas serra (AAU) non utilizzate nel quadro del protocollo di Kyoto, o in alternativa venderà 22 milioni di unità alla Spagna e 5 milioni all’Austria. Il Consiglio dei Ministri ha autorizzato il Ministro dell’Ambiente Ziga a negoziare e firmare un contratto con gli acquirenti a condizione che l’operazione sia reciprocamente vantaggiosa.

La vendita dei diritti di emissione per le aziende manifatturiere, che la Slovacchia prevede di introdurre a partire dal prossimo anno come da nuove norme UE, dovrebbe portare proventi per le casse dello Stato di una somma vicina a 105 milioni di euro. Il nuove regolamento è stato approvato ieri dal Parlamento con la legge sul commercio delle quote di emissione.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google