Tasse: dal 2013 niente proroghe volontarie per le dichiarazioni dei redditi

A partire dal prossimo anno le aziende e i privati non potranno presumibilmente più spostare il termine per la dichiarazione dei redditi su semplice notifica come è stato fino ad ora. Il Ministero delle Finanze intende imporre ai contribuenti l’obbligo di presentare le dichiarazioni fiscali entro tre mesi di calendario dopo la fine del periodo d’imposta (o esercizio sociale), fatta eccezione per i contribuenti che nelle loro dichiarazioni riportano anche redditi dall’estero.

«Il Ministero delle Finanze ha predisposto il testo di una modifica della legge sull’imposta sul reddito che depenna la possibilità di rimandare la dichiarazione dei redditi per il 2012 sulla base di una semplice notifica. Vale a dire, i contribuenti non potranno prorogare il termine per la presentazione delle dichiarazioni fiscali di 3 o 6 mesi a loro esclusiva discrezione, ma soltanto se la loro dichiarazione dei redditi riporta una parte del loro reddito proveniente dall’estero, e questo rappresenta almeno il 20% del reddito imponibile complessivo», ha scritto il dipartimento in una nota.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google