Stipendi congelati per una vasta serie di funzionari dello Stato e della magistratura

Il Consiglio dei Ministri di ieri ha approvato la proposta di congelare nel 2013 gli stipendi di alcuni funzionari costituzionali. L’emendamento, presentato dalla Commissione parlamentare Finanze e Bilancio, è stato preparato sulla base di un ampio consenso politico di tutti i gruppi parlamentari. La proposta approvata prevede lo stesso stipendio nel 2013, come nel 2011 e 2012 per parlamentari, Presidente della Repubblica, membri del governo, presidente e vicepresidente della Corte Suprema, il Procuratore generale, l’ombudsman, i capi di altri organi centrali dell’amministrazione statale e i dipendenti dello Stato posizioni pubbliche presso i ministeri.

Anche i giudici hanno accettato di essere sottoposti alla misura, dopo negoziati con il capo del Parlamento Pavol Paska. Secondo il quotidiano Sme, i giudici hanno posto la condizione che il denaro risparmiato verrà utilizzato per migliorare le condizioni degli impiegati del settore giudiziario. Inoltre, i rappresentanti della magistratura hanno recepito l’invito a discutere di una riduzione dal prossimo anno delle loro immunità penali, come già successo per i politici poche settimane fa. La misura sarà portata in Parlamento probabilmente a febbraio.

Per quanto riguarda i deputati, le loro indennità forfettarie rimarranno al livello del 2011. Il disegno di legge, che prevede un risparmio di circa 1,5 milioni di euro per il 2013, sarà discusso in Parlamento attraverso una procedura legislativa accelerata nel mese di dicembre.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google