Medici di LOZ: niente dimissioni, pronti al dialogo con il Ministero della Salute

Cinque ospedali nelle più grandi città della Slovacchia hanno aderito alle proteste dei medici che si stanno tenendo nei quattro paesi del Gruppo di Visegrad (V4) con lo scopo di sottolineare i problemi dell’assistenza sanitaria  pubblica in Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria. Anche gli ospedali Roosevelt di Banska Bystrica, l’Ospedale Universitario Pasteur di Kosice, l’Ospedale Universitario di Bratislava-Kramare, e gli ospedali di Zilina e Presov hanno preso parte alle proteste il cui motto principale è stato «Un sistema sanitario malato è una minaccia per tutti». I rappresentanti di questi nosocomi hanno invitato il Ministro della Salute Zuzana Zvolenska a trattare con il problema di non rispetto delle norme contenute nel Codice del Lavoro e fermare la silenziosa e omertosa tolleranza di soluzioni anormali utilizzate dalle direzioni degli ospedali riguardo al lavoro straordinario dei medici.

«I medici esausti non sono una buona notizia per i pazienti», ha detto Peter Blasko, capo dell’associazione di medici LOZ a Zilina. Se la Slovacchia vuole risolvere il cattivo stato del sistema sanitario deve prepararsi a far fronte alla mancanza di medici, ha detto. Nel corso della protesta i sindacati del settore hanno annunciato che i medici membri di LOZ non presenteranno dimissioni in massa alla fine dell’anno come in un primo tempo ventilato. «Anche se ci piacerebbe trascorrere il Natale con le [nostre] famiglie, rimarremo negli ospedali» ha detto Blasko. «Non vogliamo peggiorare la situazione […] perché gli slovacchi non se lo meritano in questi tempi difficili, quindi abbiamo scelto un approccio di dialogo nei confronti del Ministero della Salute». In ogni caso, Blasko avverte che il sindacato ha già raccolto un certo numero di comunicazioni di dimissione da diversi medici ospedalieri, e le tiene pronte all’uso.

(Fonte Sita)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.