Parlamento: rimandato voto sfiducia su Ministro della Giustizia Borec

I deputati dell’opposizione hanno criticato il partito di governo Smer-SD per aver bloccato quattro sessioni parlamentari di seguito che erano state indette per chiedere la testa del suo Ministro della Giustizia Tomas Borec. I parlamentari di Smer hanno partecipato alle sessioni in misura molto limitata facendo mancare il quorum, così da invalidare le sedute, mentre l’opposizione ha partecipato in maniera massiccia pur con qualche defezione.

La politica differitoria del partito Smer ha fatto sì che anche ieri, martedì 20 novembre, non ci fossero i numeri in Aula (una maggioranza semplice di 76 deputati – mentre l’opposizione dispone di soli 67 seggi) per poter ritenere valida la seduta. A questo punto, il capo del Parlamento ha rimandato la questione del voto di sfiducia per Borec, come da regolamento, alla successiva sessione parlamentare di dicembre, posponendo di fatto la discussione a quando il bilancio dello Stato sarà presumibilmente già approvato, come aveva annunciato in precedenza.

In un atto di spavalda “generosità”, il Premier Robert Fico aveva detto che avrebbe fornito lui i deputati Smer per rendere valida la seduta, nel caso fossero stati presenti tutti i 67 membri dell’opposizione. La cosa non si è realizzata perché all’opposizione sono mancati sempre (lunedì, per esempio, mancavano 11 deputati, e martedì 7). Con questa offerta Fico intendeva svergognare i partiti dell’opposizione che, a parte sbraitare in aula e fuori, quando si tratta di mettersi d’accordo sono un vero disastro.

Il governo si dice interessato a una discussione in Parlamento sulla situazione del sistema giudiziario slovacco, ma non vede alcun motivo per mandare a casa il Ministro della Giustizia. L’opposizione, per voce del capo di SDKU Pavol Freso, ha detto che Fico, ostruendo la sessione straordinaria in Parlamento, ha mandato l’orologio indietro all’era di Meciar.

Se si fosse tenuta la seduta straordinaria in Parlamento, Borec sarebbe stato il primo ministro di questo governo ad essere sottoposto a un voto di fiducia personale. Anche se in realtà non hanno alcuna possibilità di successo con il voto di sfiducia (dato che Smer ha la maggioranza assoluta), in questo modo l’opposizione vuole forzare il dibattito in Aula sulla magistratura.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google