Eurozona-Slovakia 2-0: Cirillo e Metodio non avranno le aureole sui nuovi euro

Vince la laicità dell’Eurozona sulla volontà della Slovacchia di ritrarre i santi Cirillo e Metodio con le dovute aureole sulla nuova moneta da 2 euro nell’anno in cui si celebra il 1150° anniversario dall’inizio della loro missione sul territorio della Grande Moravia del IX secolo – un’area che oggi è ricompresa in particolare negli stati di Slovacchia e Repubblica Ceca. Gli altri sedici paesi che fanno parte della Zona Euro hanno infatti convinto la Slovacchia a non incidere le aureole sulle teste dei santi, e a rimuovere le croci sui paramenti dei missionari. Dato che la moneta sarà valida in tutta l’Eurozona, è soggetta alle norme giuridiche del diritto comunitario. Pertanto la Commissione e alcuni stati membri hanno chiesto di rimuovere alcuni dei simboli della moneta «nell’applicazione dei principi di neutralità religiosa», ha confermato la Banca Centrale Slovacca (NBS), che ha intenzione di acconsentire alle richieste.

La moneta commemorativa da 2 euro con l’effigie dei due popolari personaggi è in fieri da quasi un decennio; era tra i soggetti concorrenti più popolari in un sondaggio nazionale fatto in Slovacchia per scegliere i bozzetti delle monete che il Paese avrebbe usato una volta adottata la moneta unica nel 2009. Quando, alla fine, furono scelti i profili delle otto monete del Paese, il soggetto è rimasto in prospettiva e la Banca Centrale Slovacca aveva previsto di emettere una moneta commemorativa nel 2013 in occasione del giubileo. In realtà il disegno originale della moneta non includeva le aureole, ma la banca aveva intenzione di includerle per onorare l’anniversario dei santi. La banca dovrà ora far fare questa piccola modifica (ma una grande modifica se si pensa al significato) all’incisore dell’attuale bozzetto, peraltro non ancora definitivo.

Questa mossa avrebbe indignato la Chiesa cattolica, come ha riferito Pravda. La Conferenza Episcopale Slovacca ha espresso la sua irritazione dicendo che «la rinuncia ai simboli essenziali delle immagini dei santi Constantino-Cirillo e Metodio sulle monete commemorative sta divenendo una svolta culturale e una mancanza di rispetto per la propria storia», e la tradizione cristiana dell’Europa, come dalle parole del suo portavoce Jozef Kovacik.

Secondo lo storico dell’Accademia Slovacca delle Scienze (SAV) Ján Steinhübel non è un errore la rimozione dei simboli sulle monete. La decisione della banca è la più equa, ha detto, «siamo uno Stato laico, che non è legato ad alcuna particolare ideologia o religione». Del resto, ha glossato, «quando erano in missione qui non erano ancora nemmeno santi, e da un punto di vista storico questo è perfettamente in regola».

I fratelli Costantino e Metodio (il nome Cirillo è l’appellativo monacale del più giovane dei due), arrivati in questa terra nell’anno 862, hanno tradotto i libri sacri cristiani nell’antica lingua slava parlata dalla gente comune di quell’epoca, creando un alfabeto ad hoc che non esisteva. Hanno poi anche convinto l’allora papa Adriano II ad acconsentire che i riti liturgici e le messe venissero celebrate in paleoslavo – avvicinando così la religione alla gente. Nonostante questo primato della lingua slava ebbe breve vita (appena una dozzina di anni prima che un altro papa la proibisse di nuovo), si tratta di un unicum nella storia della Chiesa che permise fino al Concilio Vaticano II di celebrare la liturgia soltanto in tre lingue: ebraico, latino e greco. Quando papa, beato Giovanni Paolo II dichiarò i due santi co-patroni d’Europa nel 1980, appellandoli come “Apostoli degli Slavi” (ricordandoli poi nell’enciclica Slavorum Apostoli del 1985).

Le monete continueranno comunque a riportare la doppia croce, che appare anche sullo stemma nazionale della Slovacchia e che appare anche attualmente sul lato “nazionale” delle sue monete in euro. Nell’iconografia cristiana, i santi sono raffigurati vestiti in abito pontificale come vescovi greci o latini. I loro attributi sono una croce, un libro e un rotolo srotolato con l’alfabeto paleoslavo.

La moneta da due euro è disegnata da Miroslav Hric e dovrebbe essere emessa nel mese di maggio del prossimo anno.

(La Redazione, Fonte Pravda, Topky.sk)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google