Makuch (NBS): prepariamo il Paese a quando l’industria dell’auto se ne andrà dalla Slovacchia

Nei prossimi dieci o vent’anni la Slovacchia affronterà grandi sfide strutturali, ha detto il governatore della Banca Nazionale della Slovacchia (NBS) Josef Makuch riferendosi alla odierna forte dipendenza dell’economia slovacca dall’industria automobilistica. È vero che la produzione industriale ha oggi una crescita a due cifre, ma senza il comparto auto, nella migliore delle ipotesi, sarebbe in stagnazione. È necessario essere preparati a quando il l’automotive non sarà più la forza trainante della nostra economia, ha detto. «In una prospettiva a lungo termine, l’effetto [dell’auto] è temporaneo», ha sottolineato Makuch a un seminario organizzato ieri dalla Camera slovacca di Commercio e Industria (SOPK).

Se oggi la Slovacchia beneficia di una buona struttura di produzione che anche in tempi di crisi permette di vendere bene le auto di piccola cilindrata, rimane il grande punto interrogativo se tra dieci o venti anni le grandi industrie del settore, e tutto l’indotto che portano con sé, continueranno a restare in Slovacchia o invece si trasferiranno in altri paesi.

La banca centrale stima per quest’anno una crescita del PIL del 2,7%, ancora trainata soprattutto dal settore automobilistico che ha avviato numerosi nuovi progetti. Per il prossimo anno, NBS si aspetta una crescita in rallentamento al 2% e nel 2014 una lieve ripresa al 3%. Makuch avverte che le previsioni attuali potrebbero anche non avverarsi, molto dipenderà dalla necessità o meno di adottare nuove misure di risanamento, che di nuovo potrebbe tradursi in una riduzione della domanda interna.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google