Campagna pro-rom della Open Society Foundation per promuovere storie positive

La Open Society Foundation di Bratislava ha lanciato una campagna a difesa della comunità rom del Paese, concentrata in particolar modo sulle storie positive di rom che sono riusciti a realizzare qualcosa nella vita. La cosa, scriveva il quotidiano Pravda la scorsa settimana, è stata promossa in un momento di pubblica discussione su come affrontare le questioni più problematiche relative ai rom. Soprattutto sono i rapporti tra le comunità “bianche” e quelle rom che hanno anche ultimamente prodotto pagine e pagine di giornali su temi spinosi come la convivenza di paesi e villaggi con insediamenti rom dove il livello di istruzione e occupazione è particolarmente basso.

C’è anche in questo momento il tentativo politico di cercare di porre termine a questo tipo di questioni, che, come le istituzioni e le Ong internazionali non mancano di sottolineare, sono state a lungo lasciate irrisolte. Secondo il vice direttore della fondazione per le questioni politiche e strategiche, Lubica Stanek, «le discussioni sulla vita con i rom sono degenerate in controversie con i vicini di casa non adattabili e insediamenti rom problematici». Ancora peggio, e più aggressive «rispetto alle infelici dichiarazioni pubbliche dei politici, sono certe discussioni apertamente razziste che si trovano su certi siti internet e reti sociali».

Stanek accusa i media di pubblicare notizie negative sui rom in modo sistematico, con rom che vivono nello squallore e nella povertà, facendo scempio dei luoghi in cui vivono e affliggendo i loro vicini chiasso e commenti volgari. In più, sui media i rom sono spesso dipinti come persone che preferiscono aspettare a casa di ricevere il sussidio dei servizi sociali piuttosto che trovarsi un lavoro per vivere.

Tra le storie positive presenti nella campagna di Open Society Foundation, scrive Pravda, vi è quello di Jana Hera, che ha istituito scuole e chiese private e ha ricoperto funzioni importanti presso il Ministero della Pubblica Istruzione. E questo anche se è nata in un insediamento rom a Medovarce (regione di Banska Bystrica) con madre analfabeta, padre alcolizzato e altri otto fratelli minori da accudire.

(La Redazione, Fonte Pravda)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google