Avanti in Parlamento il disegno di legge contro l’erotismo sulla stampa periodica

La battaglia che il deputato dell’opposizione Branislav Skripeka (Gente Ordinaria – OLaNO) ha lanciato contro le immagini e le tematiche di sesso sulla stampa quotidiana in Slovacchia pare che abbia per il momento pieno appoggio. Il 7 novembre il suo emendamento alla legge che disciplina le condizioni di vendita e distribuzione della stampa ha ottenuto 101 voti, permettendo così di essere portato in seconda lettura. Skripek ha lanciato intanto una petizione per esprimere la preoccupazione dei cittadini sui contenuti dei media, che è stata firmata fino ad ora da quasi 11.000 persone. Siamo inondati senza sosta dalla visione di immagini dannose e sbagliate della nudità umana, è il pensiero del parlamentare, che danno una visione distorta e disonesta della donna.

L’emendamento vuole far sì che i giornali e i periodici al di fuori della categoria di “stampa erotica” non pubblichino materiale che lui definisce osceno, pur negando di definire questo provvedimento con il nome di “censura”. «Come siamo tutti d’accordo sul fatto che è sbagliato vendere alcolici a bambini e giovani, così vorrei che fosse rispettata l’età di 18 anni per divulgare la conoscenza erotica del corpo umano e dell’intimità», ha osservato Skripek.

Una definizione tecnica di contenuto erotico non è possibile, ha sostenuto, anche se il termine può indicare il fare mostra «della nudità e della sessualità umana in un modo che è privo di contenuti», oltre che «fatto per vendere un prodotto», ha detto, il che «rappresenta un imbarbarimento della società».

 

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.