Parlamento: non passa emendamento su tenuta conversazioni telefoniche private

Lo Stato continuerà ad archiviare le conversazioni telefoniche private tra i cittadini. Il Parlamento non ha approvato martedì scorso un emendamento alla legge sulle comunicazioni elettroniche presentato dal deputato dell’opposizione Miroslav Kaduc (OLaNO), il quale aveva proposto di stabilire «in modo chiaro e inequivocabile gli scopi dell’archiviazione di dati specifici e insieme specificare i delitti più gravi per i quali investigatori e procuratori potranno utilizzare tali dati».

In questo modo, Kaduc voleva risolvere alcune delle lacune della legislazione esistente e in più vietare ogni ulteriore trattamento dei dati archiviati da parte dei fornitori di reti e servizi, con il fine di evitare abusi, e anche abbreviarne il periodo di archiviazione richiesto dagli attuali 12 a 6 mesi. Il deputato chiedeva che dati quali i dettagli operativi, la posizione e i dati personali delle parti comunicanti fossero archiviati separatamente dai dati archiviati per la trasmissione di messaggi o per scopi di fatturazione.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google