Commissione UE: Slovacchia seconda in Eurozona per crescita del PIL nel 2013

La prospettive a breve termine dell’economia dell’UE restano fragili, ma il 2013 dovrebbe vedere un graduale ritorno alla crescita del PIL prima di un ulteriore rafforzamento atteso nel 2014, dice la prognosi autunnale della Commissione Europea per la crescita del PIL nell’UE tra il 2012  il 2014 pubblicata mercoledì sul sito web della Commissione. Venendo agli sviluppi del prossimo anno, la Slovacchia dovrebbe finire al secondo posto nella Zona Euro, con una crescita economica del 2%, facendo peggio della sola Estonia (che guida la classifica con il 3,1%).

Il PIL dell’intera macroregione UE è stimato ridursi quest’anno dello 0,3%, mentre un pochino peggio va nella Zona Euro, dove si attende un calo dello 0,4%. La crescita per il 2013 dovrebbe raggiungere lo 0,4% nell’UE e dello 0,1% nell’Eurozona. Secondo la Commissione, «i grandi squilibri interni ed esterni che si erano creati negli anni pre-crisi sono stati ridotti, ma il processo continua a pesare sulla domanda interna in alcuni paesi, e le attività economiche divergono sensibilmente tra i diversi stati membri UE».

Un po’ meglio andrà nel 2014: la Commissione si aspetta una crescita nell’UE dell’1,6% e nella Zona Euro dell’1,4%. La crescita in Slovacchia è prevista raggiungere il 3% nel 2014. Un tasso dolente nell’intera UE è il tasso di disoccupazione, che è previsto stare nel 2013 appena sotto all’11% in Europa e al 12% nell’Eurozona, con variazioni notevoli nei diversi paesi. La Slovacchia è stimata avere una disoccupazione nel 2013 del 13,5%, la quinta più alta dell’Unione.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google