Dieci candeline per il MittelCinemaFest. Il cinema italiano a Bratislava il 19-26 novembre

Il festival itinerante MittelCinemaFest, che quest’anno è arrivato al traguardo della X edizione, coinvolgendo Bratislava, Budapest e Cracovia tra film, musica ed eventi che hanno come comune denominatore la grande tradizione cinematografica italiana. Italia, per chi ama i film d’autore, fa subito venire alla mente la Dolce vita di Fellini, il Neorealismo, Sofia Loren, Marcello Mastroianni o registi del calibro di Visconti,  Rossellini o Pasolini.

E proprio a Pasolini è dedicata l’apertura, a Bratislava, del MittelCinemaFest 2012. Il 19 novembre al Cinema Mladost lo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi, recentissimo vincitore dell’European Union Prize for Literature, parlerà del suo ultimo libro, l’interessantissimo “Qualcosa di scritto”, un romanzo che sconfina nel saggio parlando di Pier Paolo Pasolini, stupendo intellettuale trasgressivo che pure nel mondo della celluloide ha lasciato tracce indelebili.

Presentando questo festival, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura e dall’Ambasciata d’Italia in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà, bisogna dire che il cinema italiano sta attraversando una fase di rinascita, trascinato da una giovane generazione di registi, interpreti, professionisti dello spettacolo, con idee nuove, entusiasmo, spirito d’iniziativa e di squadra. Il cinema tricolore è inoltre stato da poco premiato con merito a Cannes e a Berlino, con Matteo Garrone e i fratelli Taviani.

La mostra del cinema di Venezia, all’interno dei numerosi festival di settore, ha poi un posto a parte, di primissimo rilievo, nel panorama mondiale. Si è da ultimo aggiunta, nella Capitale, la grande rassegna del Festival Internazionale del Film di Roma.

È in questo spirito di rilancio della grande tradizione cinematografica italiana che parte il MittelCinemaFest, con una rassegna di pellicole che, sebbene recenti, hanno alle spalle ottime recensioni e premi a diversi festival. I film che verranno presentati sono:

“La passione di Laura” di Paolo Petrucci, “Sciallà“ di Francesco Bruni, “La Criptonite nella borsa” di Ivan Cotroneo, “Il villaggio di cartone” di Ermanno Olmi, “Romanzo di una strage” di Marco Tullio Giordana, “Maternity blues“ di Fabrizio Cattani e “Posti in paradiso“ di Carlo Verdone.

Questi 10 anni di attività li abbiamo voluti celebrare, infine, con un concerto di una giovane ed entusiasmante formazione di musica da camera, i Bakura ensemble, gruppo che nel corso degli ultimi anni ha tenuto molti concerti – tra i quali nel 2009 e 2010 al prestigioso Festival MITO Fringe – proponendo un repertorio che spazia da quartetti classici a propri arrangiamenti di brani rock, pop e musica da film. Al Palazzo Palffy di Bratislava, il 26 novembre,  i nove musicisti lombardi proporranno una originale selezione di musiche arrangiate da note colonne sonore.

A breve sarà disponibile il programma completo in PDF e la possibilità di acquistare i biglietti in prevendita online. Per vedere già da ora gli appuntamenti, consultare il sito dell’IIC Bratislava.

(Marco Gerbi)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google