Imprese: tagli del personale in vista dopo l’aumento di tasse e contributi

Circa otto imprese su dieci che operano in Slovacchia dichiarano la loro intenzione di prendere provvedimenti dopo l’approvazione del pacchetto di risanamento presentato dal governo di Robert Fico (Smer-SD) con modifiche che aumentano i costi del lavoro e della contribuzione, e rincarano le tasse sugli utili aziendali oltre che sui redditi personali oltre una certa soglia. Lo dice un sondaggio condotto da PricewaterhouseCoopers (PwC) e pubblicato venerdì dal quotidiano economico Hospodarske Noviny.

«Il 57% delle aziende prevede effetti significativi o addirittura critici per gli effetti delle modifiche alla legislazione fiscale», recita il testo che accompagna il sondaggio della società di consulenza. Le aziende interpellate da PwC, che sono in particolare attive nei settori IT, industria manifatturiera e farmaceutica, tra le altre cose si stanno preparando a fare licenziamenti e ad ottimizzare i costi. «L’aumento dei costi avrà sicuramente un effetto negativo sulla creazione di nuovi posti di lavoro», conferma il direttore della società di software Kros, Martin Janzo.

Il 26% delle aziende sentite nel sondaggio hanno messo in cantiere riduzione di personale, il 39% un taglio del costo della mano d’opera cominciando dai corsi di formazione e da mancate nuove assunzioni, il 21% sta pianificando l’ottimizzazione dei costi operativi, con processi più efficienti e una maggiore produttività, mentre il 13% dichiarano che caricheranno i costi aggiuntivi sui prezzi dei loro prodotti.

(Fonte Hospodarske Noviny)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google