Assicuratore sanitario unico: governo approva, datori di lavoro e opposizione criticano

Il governo di Robert Fico ha approvato mercoledì il piano per creare un sistema unitario di assicurazione sanitaria pubblica in Slovacchia, unendo gli attuali tre operatori esistenti sul mercato, due dei quali sono privati. Il progetto indica tre modi per giungere al risultato desiderato dall’esecutivo, l’ultimo dei quali include una espropriazione del portafoglio assicurativo delle imprese private Dovera e Union. Secondo una analisi del Ministero della Salute, tuttavia, il metodo migliore per arrivare a un’unica società di assicurazione sanitaria è la cessione delle azioni da parte delle due società private, «permettendo allo Stato di acquisire il controllo esclusivo». Con il pieno controllo gestionale delle compagnie di assicurazione private, lo Stato avrà anche il controllo sulle controversie legali che queste compagnie hanno iniziato contro il governo.

Le parti sociali, riunite in occasione del Consiglio economico e sociale, avevano tuttavia concordato di differire la discussione sul piano del governo di istituire un unico assicuratore sanitario statale in Slovacchia nella seduta della prossima settimana. Mentre i sindacati appoggiano l’idea, le organizzazione dei datori di lavoro sono più caute. La Federazione delle Associazioni dei datori di lavoro (AZZZ) potrebbe essere d’accordo sul progetto se la nuova compagnia di assicurazioni sanitarie diventasse un’istituzione di servizio pubblico e i suoi organi di vigilanza e amministrazione venissero creati in base a un principio “tripartito”, con le nomine suddivise tra lo Stato, i sindacati e i datori di lavoro. Secondo l’Associazione nazionale dei datori di lavoro (RUZ) la proposta monopolizza inutilmente il sistema di assicurazione sanitaria e non garantisce un miglior servizio o un uso più efficiente dei suoi fondi.

Critiche al progetto del governo, che intende incamerare le due assicurazioni sanitarie private Dovera e Apollo (con le buone o le cattive, minacciando una nazionalizzazione), da parte delle forze di opposizione in Parlamento con i partiti KDH, Most-Hid e SDKU-DS che ritengono il probabilmente in contrasto con la Costituzione, oltre che svantaggioso dal punto di vista economico e per di più dannoso per i pazienti. Il presidente KDH Jan Figel ha sottolineato come il governo di Fico abbia cercato ormai quattro volte di risolvere i problemi del settore sanitario prendendo misure anti-costituzionali.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google